I Maroniti del Monte Libano (parte I).

 

Tra le comunità cristiane più influenti del Medio Oriente vi è quella dei Maroniti. Il termine maronita deriva dall’aramaico “Mar”, che significa “santo”, e si riferisce anche a san Maroun, monaco che ha dato origine a questa fede.

La Chiesa maronita è devota al Patriarcato di Antiochia e ha sempre mantenuto uno stretto legame con la Chiesa cattolica romana.  San Maroun era un monaco ortodosso eremita di origini siriane, amico di san Giovanni Crisostomo.

 

 

Per poter condurre una vita ascetica, lontano dalle passioni umane, lasciò Antiochia e si diresse sui monti siriani nei pressi del fiume Oronte. Il suo eremo fu meta di molti pellegrini che, ammirando il suo modo di vivere, vi si recarono per poterlo conoscere e ricevere la sua benedizione.

Dopo la sua morte, avvenuta intorno al 410 nei pressi di Apamea, in Siria, vi fu una disputa tra due villaggi su chi dovesse ereditarne il corpo. Al termine di questa fu costruito in suo onore, Il monastero Bet Maroun.

Il monastero Bet Maroun fu distrutto dagli Arabi nel 10° secolo ma era nata la prima comunità maronita fedele alla Chiesa ortodossa. Dopo il Concilio di Calcedonia del 451, i Maroniti, che si professarono aderenti alle teorie calcedonesi, vennero perseguitati dai bizantini e dopo molti massacri le comunità cominciarono a migrare dalla Siria nei territori libanesi.

A partire circa dal 634 ebbe inizio la conquista islamica della Siria e i Maroniti intensificarono i propri spostamenti verso il Libano; qui, alla fine del 7° secolo, si separarono dalla Chiesa ortodossa ed eressero un Patriarcato autonomo. Con l’approvazione di Papa Sergio I, nominarono Giovanni Maroun di Batroun primo Patriarca della Chiesa maronita di Antiochia.

Durante il periodo dei Califfati le comunità maronite furono dominate dalla dinastia degli Abbasidi e, circa dal 1017, dalla setta mussulmana dei drusi. Questi ultimi li obbligarono ad indossare abiti neri per permetterne il riconoscimento e   vietarono loro, di andare a cavallo. Per quattrocento anni le comunità maronite riuscirono a mantenere stabili rapporti con i mussulmani e una relativa autonomia civile e religiosa.

Verso la fine dell’11° secolo i Maroniti si mostrarono favorevoli all’arrivo dei crociati fornendogli un’ampia assistenza e un’importante aiuto nel riconsolidare il potere in tutto il Medio Oriente. Il dominio cristiano cessò nel 1244 quando, con la caduta di Gerusalemme, i Mamelucchi riconquistarono la Siria e il Libano che successivamente passarono sotto il dominio Ottomano.

Nonostante numerosi rancori dividessero da tempo Mussulmani e Cristiani, i Maroniti riuscirono a stabilire un equilibrio sociale con gli Ottomani i quali li obbligarono a pagare la “Jizia” in cambio della loro autonomia,tuttavia la pace e la stabilità cessarono nella primavera del 1860 quando le popolazioni druse, sentendosi minacciate dall’autonomia di cui godevano i Cristiani, scatenarono una rivolta che, fomentata dai Turchi, si trasformò  in una guerra civile e portò al massacro di più di ventimila maroniti libanesi e siriani.

 

 

Su richiesta di Papa Pio IX, Napoleone III, seguito da Russia, Inghilterra e Austria, inviò un contingente militare in Medio Oriente in difesa dei Maroniti stabilendo per loro uno statuto speciale che durò fino all’inizio della Prima Guerra Mondiale. Successivamente allo scoppio del conflitto, per via di un’ormai consolidata amicizia, l’esercito francese tornò nuovamente a proteggere la popolazione maronita e, in seguito alla caduta dell’Impero Ottomano, instaurò il “Mandato Francese per la Siria e il Libano” che durò dal 1923 al 1946. Nel 1944 il Libano ottenne l’indipendenza.

Continua… seconda parte

.

Michele Varone

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

Cfr:

http://web.cheapnet.it/sanhardini/maroniti.htm

https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_maronita

http://www.treccani.it/enciclopedia/maroniti/

https://en.wikipedia.org/wiki/Maronites

https://en.wikipedia.org/wiki/Maronite_Church

http://maronitemonks.org/wp/

http://www.everyculture.com/wc/Japan-to-Mali/Maronites.html

https://en.wikipedia.org/wiki/Maronite_Christianity_in_Lebanon

 

 

 

 
This entry was posted in Popoli. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento