Un museo di arti islamiche in Canada

 

Mentre, in Oriente, i maggiori Stati occidentali e i loro alleati sono impegnati ad affrontare le organizzazioni estremiste che in Iraq, Siria e Libano spargono sangue in nome dell’Islam, dei suoi valori e dei suoi principi, a Toronto, in Canada, viene inaugurato un museo di arti islamiche al fine di aprire una finestra luminosa e far conoscere all’Occidente una religione tollerante ed una civiltà.

 

La maggior parte della gente crede che l’Islam sia un blocco sociale compatto, tuttavia, dopo un’accurata constatazione dei reperti che si trovano in questo museo, il visitatore scopre che l’arte islamica è in realtà un mosaico culturale.

I reperti esposti, infatti, risalgono a diverse civiltà della Spagna, della Cina e dell’Indonesia e sono la testimonianza di un’epoca storica durata più di 1400 anni.

Questo museo in Canada è diventato il ricettacolo di un migliaio di reperti archeologici prodotti dal mondo islamico, che va dall’Estremo Oriente asiatico all’Estremo Occidente europeo.

La sua architettura è caratterizzata da riflessi di luce naturale che illuminano la maggior parte delle sale. Il museo è costato più di trecento milioni di dollari ed è l’unico specializzato in arti islamiche nelle due Americhe.

Tra le sue esposizioni vi sono reperti rari – tra cui utensili di terracotta, bronzi, dipinti e decorazioni –, donati dalla civiltà islamica durante il corso della storia, che mostrano la profondità della produzione culturale e della creatività artistica. Il museo comprende reperti risalenti all’VIII secolo d.C. e numerosi altri datati al XIV secolo.

Il museo vanta un meraviglioso reperto artistico che rappresenta anche una rarità scientifica in virtù di scritte in arabo e in latino, segno della convivenza tra musulmani e cristiani nella Spagna del XIV secolo; sono, perfino, presenti delle scritte in ebraico.

Con una così grande varietà archeologica e culturale i gestori del museo si augurano di attirare le menti e i cuori dei visitatori e di indirizzarli verso una visione moderata dell’Islam.

 

A cura di Simona Faggiano

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 

 
This entry was posted in Musei. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento