Wadi‘ al-Safi (1921-2013)

 

Il cantante e musicista libanese Wadi‘ al-Safi è venuto a mancare all’ età di 92 anni. Ricordiamo che aveva anche la cittadinanza egiziana, francese e brasiliana, ed ha avuto il ruolo di pioniere nel porre le basi della canzone libanese e nella diffusione della stessa in molti Paesi.

Nel suo cupo silenzio e lontano dalle luci della fama, è scomparso il grande artista Wadi‘ al-Safi lasciando un eredità artistica al suo pubblico e ai suoi ammiratori nel modo arabo.

 

 

Wadi‘ Fransis è morto dopo una vita artistica iniziata ad otto anni dopo aver vinto il primo posto per la composizione, il canto e l’esecuzione tra quaranta concorrenti nel concorso per la radio libanese.

La commissione esaminatrice fu d’accordo nel conferirgli il nome d’arte Wadi‘ al-Safi, osservando la chiarezza della sua voce. Con lui si diffusero la rinascita della canzone libanese e il folklore. Al-Safi si occupò di cooperazioni con numerosi musicisti e artisti, tra i più illustri i fratelli Rahbani.

L’Egitto ha rappresentato una tappa importante nella vita di al-Safi ed è stato testimone per due anni della sua arte. Ha cantato molte canzoni in nome dell’Egitto tra cui ad esempio “Se l’Egitto dice si seguitelo”( إذا مصر قالت نعم فتبعوها) e la nota canzone “Oh Egitto” (يا مصر) ed infine “Oh gente dell’Egitto” (يا اهل مصر)  dopo la rivolta del 25 gennaio.

Dopo un lungo viaggio negli ambiti della musica araba autentica durato più di mezzo secolo, muore Wadi‘ al-Safi, muore la voce dei monti per lasciare il suo suono che riecheggia negli angoli delle case dei suoi ammiratori.

 

Angela Del Prete

Centro di Ricerche e Studi di Orientalistica

 

 
This entry was posted in L. Libanese, Musica. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento