Amin Maalouf أمين معلوف 1

 

E’ nato a Beirut il 25 Febbraio 1949, suo padre Rashid Maalouf era un giornalista e sua madre, della famiglia di al-Ghasin, era libano-egiziana. Fu assunto dalla stampa dopo essersi laureato all’università di  S.Guseppe “al-Qiddis Yussuf “di Beirut e ha lavorato per un quotidiano al-Nahar di Beirut.

Nel 1976 si è trasferito in Francia per fuggire dalla guerra civile libanese, ha lavorato nella  rivista di economia Economie, poi come inviato per numerosi giornali pubblicati in Francia e si è occupato degli eventi della guerra del Vietnam e della rivolta islamica in Iran.

 

 

In seguito ha lavorato come inviato per la rivista al-Nahar , per al-Nahar arabo e al-Nahar internazionale. E’ stato nominato presidente dopo essere stato a capo della redazione della rivista “La giovane Africa” o “Jeune Afrique”. E’ sposato con la signora Andria Ma’luf  e ha tre figli: Rashdie, Tariq e Ziyad.

Le opere

Le prime opere di Amin Maalouf vennero pubblicate nel 1983; ha scritto un romanzo storico dal titolo “Le Crociate viste dagli arabi”, che dagli arabi (musulmani) vengono chiamate “guerre occidentali”. L’opera che mostra una parte della visione araba delle Crociate, è frutto della ricerca di fonti arabe, di libri in cui è riportata la storia che è avvenuta in quell’epoca.

La sua prima opera letteraria è “Leone l’Africano” che racconta gli eventi che si svolgono in Spagna, Francia e nei Paesi arabi. Oltre al romanzi ha scritto opere teatrali in versi, una biografia e articoli politici. Le sue opere sono state tradotte in più di venti lingue nel mondo, tra cui la lingua araba.

Le opere di Amin Maalouf sono:

Le Crociate viste degli arabi- saggio storico (1983); 2. Leone l’Africano- romanzo (1984); 3. Samarcanda- romanzo (1986); 4.Giardini di luce- romanzo; 5. Il primo secolo dopo Beatrice- romanzo (1992); 6. Le rocce di Tainus- romanzo (1993); 7. La pace d’Oriente- romanzo(1996); 8 Il periglio di Baldassarre- romanzo (2000); 9 L’amore da lontano-opera teatrale in versi (2001); 10 Hobby Letali- articoli politici;11. Inizi- biografia di una famiglia (2004) 12. Adriana Mater- opera teatrale in versi (2006); 13. Il disordine del mondo- articoli politici (2009).

Amin Maalouf ha vinto numerosi premi letterari tra cui il premio per l’amicizia francese e araba nel 1986 per il romanzo “Leone l’Africano”, il premio Gouncourt, il più grande premio letterario francese nel 1993 per il romanzo “La roccia di Tanius”.

 

 

Il lavoro di giornalista e i numerosi viaggi hanno chiaramente influenzato le opere di Amin Maalouf, in particolare il suo meraviglioso romanzo “Samarcanda”, un miscuglio di fantasia, di ricerca storica, sociale e religiosa, attraverso il suo racconto delle Quartine di  al-Khayyam e le relazioni che legavano  ‘Umar al-Khayyam e il ministro
del regime del re, che si risolse nella rivolta islamica in Iran nel 1979, oltre al racconto della rivolta del 1905 che fece cadere l’ultimo regno di Fajar e fondò il primo governo repubblicano costituzionale in Iran, prima del ritorno all’assolutismo riformatore con al-Sha’hu Rida Pahlavi e suo figlio Muhammad Rida Pahlavi che venne destituito dalla rivolta iraniana del 1979.

Amin Maalouf è considerato oggi uno dei più importanti scrittori che uniscono in forma straordinaria e di successo stili diversi come il romanzo, la fantasia, la letteratura, la storia, la politica, l’economia e la conoscenza enciclopedica. Le sue opere registrano un alto numero di copie vendute, sollevano discussioni e opinioni divergenti.

 

Angela Del Prete

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 

 

 

 
This entry was posted in Volti e Tracce. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento