La Grande Moschea (al-Masjid al-Haram)

 

La Mecca è conosciuta anche col nome di al-balad al-amin (città sicura), umm al-qura (madre dei villaggi), Bakka o Mecca l’onorata; è la roccaforte del mondo arabo e dell’Islam, luogo di nascita della civiltà arabo-islamica e custode della sua antica storia.
È il centro del mondo islamico e senza dubbio la sua città più importante, in cui sorge la Ka’ba, verso la cui direzione si rivolge tutto il mondo islamico.

 

 

L’edificio della Ka’ba fu costruito da Abramo quasi 4mila anni fa, aiutato secondo la tradizione islamica dal primogenito Ismaele. Poi, intorno alla Ka’ba si susseguirono varie costruzioni in diversi periodi, a partire da quello pre-islamico e continuando fino ad oggi, grazie agli sforzi del governo del regno arabo-saudita e del defunto re Fahd bin ʿAbd al-ʿAzīz, in quanto al re saudita è assegnato il titolo di custode delle due sante moschee di Mecca e Medina.

La Grande Moschea (al-Masjid al-Haram) presenta una superficie lunga 192 m e larga 132 m nel cui centro si trova la Ka’ba. Essa è rivestita da un drappeggio di seta dorata chiamato kiswa.
È noto che la kiswa era confezionata in Egitto e la sua fabbrica è ancora esistente nel quartiere di Khurunfish, al Cairo. Attualmente, la kiswa viene prodotta nella fabbrica della kiswa della Santa Mecca, per volere della famiglia saudita, ad un alto livello di eccellenza, precisione e tecnica.

Il pavimento della moschea è attualmente rivestito di marmo bianco di prima qualità mentre le facciate esterne sono costruite con marmo e pietra artificiale e rafforzate con lastre di ferro inossidabile.

Recentemente, sono stati compiuti lavori di ampliamento del lato ovest della moschea per poter contenere 190000 fedeli in modo che la capienza della moschea ospiti più di 730000 fedeli nei periodi normali fino ad arrivare al milione di fedeli durante la stagione dell’hajj e dell’،umra.

Sono stati anche fatti recenti lavori di ristrutturazione della moschea voluti dal governo saudita per sviluppare una rete di distribuzione dell’acqua per il pozzo di Zamzam, presso l’entrata principale della moschea.

 

 

La Grande Moschea ha sette antichi minareti, oltre ai due nuovi fatti erigere dal re Fahd bin ʿAbd al-ʿAzīz, che sono conformi agli altri minareti in termini di design per forma e contenuto e ognuno di essi si innalza per un’altezza di 89 metri.

Le recenti espansioni includono tre cupole poste parallelamente all’entrata principale e oggi la Grande Moschea è pronta ad ospitare più di un milione, un milione e mezzo di fedeli nei periodi di visita; la Grande Moschea, grazie a questi ampliamenti e sviluppi, è diventata oggi la più maestosa opera mondiale di maggiore impatto.

 

 Greta Persano

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 
This entry was posted in Luoghi. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento