Ibrahim Buhmadi – l’artista figurativo marocchino

 

Ibrahim Buhmadi ( 36 anni) è un  artista autodidatta marocchino  che ha consacrato la sua vita al colore e al pennello. Emigrò dalla piccola città di Tiflet, alla periferia della capitale marocchina, per trasferirsi a Rabbat dove potersi dedicare alla sua passione preferita.

 

 

 

Ha scelto la tecnica dell’acquerello (una tecnica di pittura con l’acqua) per esprimere la realtà in modo eloquente ispirandosi ai dettagli della vita quotidiana in Marocco, con particolare attenzione alle città antiche e alle zone rurali e di montagna, alla natura e alle persone.

Ibrahim Buhmadi è considerato un modello di artista autodidatta di talento che ha superato molti studenti e professori. Si esercitava quotidianamente sulla base dell’osservazione diretta e ha affinato il suo talento entrando in contatto con gli artisti più illustri e venendo a conoscenza dei pionieri  mondiali di cui sono pieni i libri specialistici, le gallerie e i musei.

Ha conseguito una serie di formazioni specializzate e la sua prima  esercitazione di pittura ad acquerello è stata a Rabbat nel 1989, seguita da una formazione simile presso l’ Accademia delle Belle Arti nel New Mexico nel 1993 e una formazione tecnica in Francia, oltre ad una formazione specialistica in America guidata dal grande artista Howard Wexler e sotto la supervisione di  Sikfrid Hahn e Carol Allison.

L’artista ha vinto numerosi premi internazionali per i suoi dipinti guadagnandosi l’ammirazione dei più grandi pittori mondiali per l’eccellenza dei suoi splendidi quadri.

 

Emanuela Tarantini

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 

 

 
This entry was posted in Mostre. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento