L’ altro nella cultura araba

 

Nella fase storica che si è aperta con l’11 settembre e l’invasione dell’Iraq, la questione dell’identità culturale assume un’urgenza particolare.

I tre saggi raccolti in questo volume propongono risposte diverse, che riflettono l’ampiezza e la complessità del dibattito all’interno del mondo arabo.

 

 

Hanafi, pur essendo un «eretico» agli occhi dei fondamentalisti e dei conservatori religiosi, è un ideologo sui generis dello stato islamico. Dal suo punto di vista, il rapporto tra Islam e Occidente si presenta come la contrapposizione di identità rivali e irriducibili.

Se la cultura occidentale costituisce per lui un oggetto di studio indispensabile, è soprattutto perché questo dovrà servire a emanciparsi dalla dipendenza passiva dal modello europeo. Per gli altri due autori, al contrario, la difesa dell’identità cede il posto all’esercizio del pensiero critico, in una prospettiva decisamente laica.

Labib pone a confronto il pluralismo della cultura araba classica con le ideologie identitarie contemporanee, cercando di individuare le ragioni storiche del progressivo irrigidimento dell’identità arabo-islamica nel passaggio dal medioevo alla modernità.

Sha‘rawi, da parte sua, analizza le discriminazioni di carattere etnico interne alla società arabo-islamica, mettendo in luce le ambivalenze del discorso religioso e il ruolo determinante delle strutture socio-economiche nella formazione delle ideologie di dominio. Questi tre contributi originali offrono uno strumento per sgombrare il campo da pregiudizi e luoghi comuni che ostacolano da entrambe le parti la conoscenza di sé e degli altri.

 

Al-Tahir Labib, professore di sociologia della cultura all’Università di Tunisi, presidente dell’Associazione araba di sociologia e segretario generale del Consiglio arabo delle scienze sociali. Tra le sue opere: La poésie amoureuse des Arabes: Contribution à une sociologie de la littérature arabe, Sned, Algeri 1974. Ha curato inoltre l’edizione del volume collettivo Gramsci dans le monde arabe, Tunisi 1994.

 

Hilmi Sha‘rawi, antropologo e ricercatore del Centro di ricerche arabe al Cairo. Ha studiato a lungo i rapporti tra Africa e mondo arabo, a cui ha dedicato la monografia in lingua araba Gli arabi e gli africani faccia a faccia, Il Cairo 1984.

 

 

 

 

Hassan Hanafi , è professore e presiede del  dipartimento di filosofia dell’Università del Cairo.

 

 

 

 

Al-Tahir Labib – Hilmi Sha’rawi – Hasan Hanafi., L’ altro nella cultura araba, a cura di (S. Pagani), Mesogea, 2006.

Cfr:

http://www.anobii.com/books/L’altro_nella_cultura_araba/9788846920584/01219405f18eaf30b0

 

A cura del

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 
This entry was posted in Libri. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento