Corso di calligrafia Araba

 

Descrivere il corso di calligrafia araba che si è tenuto presso l’Università del Salento con il Calligrafo Amjed Rifaie non è cosa semplice, come sempre quando si tenta di descrivere a parole la bellezza dell’Arte.

Quello che noi studenti di arabo abbiamo vissuto è, infatti, un incontro con l’Arte e con tutte le emozioni ad essa connesse.

 

 

Sono stati quattro giorni intensi in cui pian piano, in punta di piedi, ci siamo avvicinati ad un mondo che ignoravamo, perché studiare la lingua araba è cosa molto diversa dall’universo della calligrafia: la calligrafia è una vera e propria arte, anche profondamente spirituale, un dialogo con se stessi, un modo per evadere dallo stress del mondo odierno, frenetico e competitivo.

Il qalamo è lo strumento attraverso il quale si entra in questo mondo parallelo, in cui, come giustamente ci ha spiegato all’inizio del corso Amjed, ci troviamo di fronte ad un foglio candido che non deve far paura, perché siamo noi a dar vita alla nostra opera, un’opera bellissima nonostante i probabili errori, perché frutto della nostra concentrazione, dell’impegno, della pazienza e della perseveranza.

Durante questo corso di primo livello abbiamo imparato come scrivere in stile Diwani le varie lettere dell’alfabeto; Amjed ci ha guidati in questo bellissimo percorso senza mai perdere il sorriso, è stato sempre paziente ed asaustivo nelle sue spiegazioni, non ci ha mai fatto mancare il suo incoraggiamento e i suoi consigli. La musica ha accompagnato per tutto il tempo il corso, creando davvero un’atmosfera lontana da tempo e spazio, come se in quei momenti ci fossimo solo noi col qalamo, noi coi nostri limiti ma allo stesso tempo con la forza di metterci in gioco, di sperimentare qualcosa di nuovo, di conoscerci meglio.

Ci auguriamo di cuore di poter vivere nuovamente in futuro esperienze simili, di poter avere nuovamente con noi il Professore Amjed che ci ha fatto scoprire quanto sia bello ascoltare la musica della nostra anima attraverso l’arte antica e magica della calligrafia araba.

 

 

 

 

Paola Andriulo

A cura del

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 
This entry was posted in Linguistica. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento