Laylà Mourad (1918-1995).

 

Laylà Mourad è stata una delle migliori voci della musica egiziana. Il suo talento è stato scoperto da Mohammad  ‘Abdel  Wahhab, che si è affidato a lei per il ruolo di protagonista del film “Yahia el- hobb” (Viva l’amore): questa è stata la sua prima comparsa sul grande schermo.

Ha recitato in oltre 27 film, l’ultimo dei quali è “Ghazl  el- Banat” (Corteggia le donne) accanto a Najib al Rayhani, Mohammad ‘Abdel Wahab, Youssef Wehbi e Anwar Wajdi, con il quale era sposata.

 

 

Dopo la morte di Anwar Wajdi, sposò il produttore Fatin ‘Abdel Wahhab. Da questo matrimonio nacque il regista Zaki Fatin ‘Abdel Wahhab.

Laylà Mourad nacque in una famiglia di artisti: suo parde era il celebre compositore Zaki Mourad, e anche suo fratello, Mounir Mourad, fu compositore.

Specializzato nei duo, Mounir compose tutti i duo che Shadiya fece con ‘Abdel Halim Hafez, come “Haja Ghariba” (Cosa strana) e “Ahna kounna fin?” (Dove eravamo?).

Nel suo repertorio, Laylà Mourad annovera oltre 1000 canzoni fra quelle dei film e quelle registrate su cassette o su dischi. Abbiamo la fortuna di poterla ascoltare in due cd editi da Soutelphan, “Sanatein” e “Hekayetna Ahna Lethneen”.

Abbandonò la carriera artistica precocemente, nel 1955, a causa di pressioni politiche e della stampa. Il 21 Novembre del 1995 Laylà Mourad muore, lasciando una ricca eredità musicale.

 

 

 

Cfr:

http://www.musicaedanzaorientale.it/index.php?scuola=layla+mourad&attivita=406

https://it.wikipedia.org/wiki/Leila_Mourad

A cura del

 Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 
This entry was posted in Cinema, Musica. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento