Kitāb al-aghānī (Il Libro dei Canti)

 

Kitāb al-aghānī (Il Libro dei Canti), è una raccolta enciclopedica di poemi e testi di canti di oltre 20 volumi (nelle edizioni moderne).

Viene datato al X secolo e fu composto dal letterato Abū l-Faraj al-Iṣfahānī (var. al-Isbahānī).

Abū l-Faraj al-Iṣfahānī affermava di aver occupato 50 anni per scrivere l’intera sua opera, che si sviluppa per circa 10 000 pagine.

L’opera è divisa in tre sezioni distinte: la prima ospita le ’100 migliori canzoni’ scelte dal califfo Harun al-Rashid; la seconda indica i compositori operanti negli ambienti del potere monarchico, e la terza le canzoni prescelte dall’autore stesso.

Il libro copre il periodo che, dalla Jāhiliyya, finisce col IX secolo. A causa del fatto che l’opera viene corredata da annotazioni biografiche dei personaggi ospitati nel Kitāb al-aghānī, essa è un’importante fonte storica, utile anche per chi sia interessato ai risvolti sociologici della letteratura araba.

 

Cfr:

https://it.wikipedia.org/wiki/Kitab_al-Aghani

 

A cura del

Centro Studi e Ricerche di Orientalistica

 

 

 

 

 

 
This entry was posted in Libri. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento